Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Placement Job Placement Apprendistato di Alta Formazione e Ricerca

Apprendistato di Alta Formazione e Ricerca

È un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani, che consente il conseguimento di titoli di studio di alta formazione (laurea triennale, magistrale, master di I e II livello, dottorato di ricerca) o di svolgere attività di ricerca.

Soggetti beneficiari

Si rivolge ai giovani fra i 18 e i 29 anni di età ed è un’occasione per unire lavoro e studio. E’ possibile infatti essere assunti in azienda con un contratto di apprendistato, e allo stesso tempo conseguire un titolo di studio o sviluppare un progetto di ricerca.

Applicabilità

Si applica a tutti i settori produttivi, sia pubblici che privati.

Durata del contratto

La durata va da un minimo 6 mesi ad un massimo di 4 anni. I contenuti e la durata della formazione sono stabiliti nel Piano formativo individuale sulla base della stipula di un protocollo d’intesa tra impresa e Università.

Al conseguimento del titolo o al termine del progetto di ricerca, se non viene esercitata la facoltà di recesso, il rapporto prosegue come ordinario rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

 

Vantaggi per le imprese

Le imprese hanno la possibilità di inserire nel proprio organico profili medio-alti con competenze specialistiche, che possono contribuire a portare innovazione e far crescere la loro produttività. Inoltre hanno la possibilità di co-progettare il percorso formativo dell’apprendista in ragione di proprie specifiche esigenze e fabbisogni di competenze e di inserire nel proprio organico profili medio-alti con competenze specialistiche, che possono contribuire a portare innovazione nelle imprese e di far crescere la produttività del lavoro.

La legge di Bilancio 2018 stabilisce che alle aziende che convertono un contratto di apprendistato in rapporto a tempo indeterminato si applica, per un anno, lo sgravio contributivo del 50% dei contributi previdenziali INPS, con esclusione dei premi e dei contributi INAIL e fino ad un tetto massimo annuo di 3.000 euro. L’apprendista non deve aver compiuto 35 nel 2018 (30 anni dal 2019).

Info e documentazione: