Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Placement News Tirocini extracurriculari | nuova disciplina regionale

Tirocini extracurriculari | nuova disciplina regionale

novità legislativa

novità legislativa

Dal 27 agosto 2013 sono in vigore i principi e criteri applicativi sulla base delle “linee guida in materia di tirocini” adottati con Delibera della Giunta Regionale n. 1134 del 29/07/2013 pubblicata in BUR del 26/08/2013.

La presente disciplina è rivolta ai tirocini formativi e di orientamento con esclusione di quelli c.d. curriculari, cioè quelli che sono previsti da esperienze all’interno di un percorso formale di formazione , ovvero tutte quelle fattispecie non soggette alle Comunicazioni Obbligatorie (circolare ministeriale n. 24 del 12/09/2011)

Tra le novità introdotte:

- i destinatari quindi sono soggetti che hanno conseguito un titolo di studio (laurea o altro titolo di livello universitario o post-universitario) entro 12 mesi e la durata massima dei tirocini è di 6 mesi, comprensiva di eventuali proroghe e al netto delle giornate di chiusura di attività del soggetto ospitante per motivi di carattere organizzativo;

- i soggetti ospitanti, datori di lavoro pubblici e privati, devono essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, non aver effettuato licenziamenti nei 12 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio, fatti salvi quelli per giusta causa e per giustificato motivo, e non avere procedure di CIG straordinaria o in deroga in corso per attività equivalenti a quelle del tirocinio, nella medesima unità operativa;

- ricade esclusivamente sul soggetto ospitante l’obbligo di provvedere alle Comunicazioni obbligatorie di avvio, proroga o cessazione del tirocinio;

- ricade altresì, di norma, sul soggetto ospitante privato l’obbligo di corrispondere al tirocinante un’indennità per la partecipazione al tirocinio di importo non inferiore a 350,00 euro lordi mensili, al superamento della soglia del 75% delle presenze mensili stabilite dal progetto formativo. Qualora il soggetto ospitante sia una Pubblica Amministrazione, stante l’obbligo di cui sopra, le convenzioni potranno essere attivate solo a condizione che la spesa possa essere coperta mediante risorse contenute nei limiti della spesa destinata ai tirocini nel corso dell’anno precedente all’entrata in vigore della legge stessa e/o nei limiti della spesa consentita per finalità formative dell’ente stesso.